Crisi matrimoniale, coniugale o di coppia: cos’è, quando avviene e cosa fare

schiena di ragazza affetta da anoressia nervosa
Anoressia Nervosa: Cause, Conseguenze e Come Guarire
Agosto 6, 2019
ragazza con vitiligine per cause psicosomatiche
Vitiligine: Cause Psicosomatiche e Psicologiche
Settembre 13, 2019
crisi matrimoniale o coniugale

Crisi di coppia, matrimoniale o coniugale

Cos’è, quando avviene, come riconoscerla e cosa ne dice la psicologia?

Sempre più spesso vengo contattata da coniugi che vogliono intraprendere una terapia di coppia a Bari, alla ricerca di spiegazioni ai loro problemi di coppia e soluzioni alla loro crisi. Per questo motivo ho deciso di fare luce su quelle che vengono chiamate crisi matrimoniali / coniugali o crisi di coppia, qui sul mio blog. Nei prossimi paragrafi affronteremo innanzitutto cos’è una crisi matrimoniale e come la coppia viene vista in psicologia, per poi capire quando si parla di crisi di coppia, come riconoscerla e successivamente come intervenire con l’aiuto di uno psicologo o psicoterapeuta.

Caratteristiche e definizione di coppia in psicologia

Quando si parla di relazioni amorose, è difficile attribuire una definizione stabile e medesima per tutti perché ogni coppia sperimenta e affronta la vita amorosa diversamente, in base alle caratteristiche di personalità e al background culturale, familiare e sociale del singolo individuo.

La coppia per questo motivo, è la relazione più complessa e mutabile conosciuta, perché a differenza di altre relazioni quali quelle amicali, familiari, lavorative, fraterne, essa integra tutte le aree vitali della persona.

Crisi matrimoniale? C’è qualcosa che non va nelle 4 aree che definiscono la coppia!

Le aree che definiscono la coppia sono quattro: l’area erotica, l’area affettiva, l’area sociale e l’area genitoriale. In tutte le altre relazioni non tutte queste aree vengono soddisfatte (ad esempio, in una relazione genitoriale e/o amicale l’area erotica non è presente) e per questo motivo l’analisi da un punto di vista psicologico diventa più ampia e complicata.

Quando una o più di queste aree vengono compromesse, possiamo parlare di crisi matrimoniale o coniugale. Ma facciamo un passo alla volta, vediamo innanzitutto quali sono e le caratteristiche di queste importanti quattro aree.

Nello specifico, le quattro macro aree possono essere definite in questo modo:

1) Area erotica

L’area erotica rappresenta la prima fase della formazione della coppia ed è una condizione necessaria, ma non sufficiente. Necessaria perché appunto, senza di essa non è possibile definire l’unione come coppia (come detto in precedenza, si parlerebbe di una relazione amicale, genitoriale e così via) ma non è sufficiente per definire la relazione amorosa, poiché potrebbe essere caratterizzata solo da una attrazione fisica e non anche affettiva.

2) Area affettiva

L’area affettiva è la caratteristica che, insieme all’area erotica, dà vita alla coppia. L’insieme cioè dei sentimenti di attrazione, attenzione per l’altro, impegno, cura, condivisione, esclusività, supporto, progettualità dà vita alla relazione amorosa.

3) Area sociale

L’area sociale nella coppia è caratterizzata dal modo in cui l’uno osserva con le proprie lenti, il proprio retaggio familiare, culturale, sociale l’altro in coppia. Un esempio può essere la definizione da parte di un individuo, di persona affermata: una persona può definire un’altra affermata perché presenta caratteristiche socialmente accettate come un lavoro stabile, una cerchia di amici e persone che nutrono stima nei suoi confronti, la presenza di valori, credenze condivise e così via.

4) Area genitoriale

L’area genitoriale è la parte che prende vita nel momento in cui si costruisce una progettualità familiare ed è caratterizzata dalla formazione di un nucleo familiare. La caratteristica sarà quindi la condivisione di un progetto di vita insieme che integri l’aspetto biologico e affettivo della riproduzione.

Quando si parla di crisi matrimoniale o di coppia?

Si parla di crisi di coppia, matrimoniale e/o coniugale quando si riconosce una complicazione in una o più delle quattro aree appena descritte.

La crisi nasce nel momento in cui la crepa costituita tra i due non viene affrontata provocando una mancanza (o inefficienza) comunicativa che perdurando nel tempo costituisce quello che viene comunemente definito con la locuzione “non ci capiamo più”.

crisi matrimoniale sintomi

Cause e sintomi di una crisi matrimoniale e di coppia

Nello specifico, le cause e i sintomi della crisi matrimoniale e alla base dell’esordio della crisi di coppia sono diverse. Qui riepilogo le più comuni cause, ma possono esserci tanti co-fattori come ad esempio in senso di inadeguatezza nella coppia o altre concause.

1) Mancanza di intimità

La mancanza di rapporti sessuali, di vicinanza fisica come un bacio, un abbraccio, il toccarsi, il mostrarsi nudi può sottendere motivazioni profonde di allontanamento emotivo che possono manifestarsi attraverso l’allontanamento fisico. Il calo di desiderio sessuale nella coppia può infatti essere “sintomo” di una crisi di coppia o conseguenza della stessa.

2) Individualità VS dipendenza

Non riuscire ad avere una vita individuale costituita da passioni, attività personali o, viceversa, non riuscire a creare un equilibrio tra le proprie passioni ed il proprio tempo e il rapporto con il partner, può essere un motivo di crisi e allontanamento reciproco.

3) “Coltivare” menzogne

Celare una emozione, un sentimento, un risentimento, mentire su un comportamento senza invece affrontare e discutere può incrementare la distanza e di conseguenza, le incomprensioni tra i due partner fino a compromettere una comunicazione efficace e funzionale.

4) Cambiamenti

I cambiamenti normativi e/o paranormativi come la perdita di un genitore, il trasferimento di un figlio, la nascita di un figlio (qui ho parlato specificamente della depressione post-partum), la nascita di un nipote, un trasloco improvviso, cambiamenti lavorativi e anche abitudinari possono incrinare la relazione se non vengono affrontati con sincerità e consapevolezza verso se stessi e verso la coppia costituendo distacchi e mancanza di comprensione;

5) Tradimento

L’attrazione fisica e/o mentale verso un’altra persona è una condizione umana e comune presente in ogni coppia. Si decide di stare insieme e di avere come regola implicita l’esclusività nei confronti del partner in modo razionale e stabile nel momento in cui si sceglie di condividere la propria vita con l’altro. Quando però l’esigenza di avere un’altra persona da un punto di vista erotico e/o emotivo nasce per riempire un vuoto, una mancanza presente nella relazione con il proprio partner, questo può costituire una problematica che incide nel rapporto. Si tratta infatti di una delle cause di crisi matrimoniale più diffuse.

terapia di coppia per crisi matrimoniale

La terapia efficace in casi di crisi di coppia e/o coniugali è il sostegno psicologico. La terapia di coppia ha lo scopo di ripristinare una comunicazione efficace tra i due protagonisti che possa loro aiutare a comprendere meglio le ragioni dell’altro e sentirsi emotivamente, fisicamente, cognitivamente connessi.

Essa prende avvio con l’invito di entrambi i partner in stanza di terapia. I due, in presenza dello psicologo esperto, espongono i problemi che li hanno portati a richiedere la consulenza. Le prime sedute vertono su una anamnesi dei due partner. Lo psicologo chiederà informazioni riguardo la vita personale di entrambi, le famiglie di origine, la creazione della coppia attuale e il clima attuale che vivono i due protagonisti. L’esperto approfondirà le aree di indagine descritte in precedenza per comprendere dove possa essere presente la falla che ha portato i due a richiedere la consulenza. A volte risulta necessario anche invitare i partner individualmente per qualche seduta per agevolare la comunicazione di argomenti che possono risultare imbarazzanti e destare vergogna in presenza dell’altro.

Dopo la conoscenza iniziale, il terapeuta cerca di chiarire le problematiche espresse da entrambi e dare un senso ed una chiave di lettura limpida e coerente con le motivazioni di entrambi. Descrive quindi le motivazioni che sono emerse alla base della crisi e spiega quali possono essere gli obiettivi che si cercherà di raggiungere attraverso la terapia tramite un contratto terapeutico. La durata è variabile, in base alla compliance dei partner, alla problematica presentata, alle difficoltà della coppia nei confronti della terapia.

Non si esclude la possibilità di trasformare la terapia di coppia in una, o due, terapie individuali nel momento in cui dovesse emergere una problematicità individuale che mina, di conseguenza, il rapporto di coppia, intraprendendo un percorso di consulenza psicologica. L’obiettivo sarà stimolare la comunicazione e la motivazione che ha condizionato i comportamenti, le emozioni, i sentimenti di entrambi al fine di incrementare una efficace e funzionale comunicazione emotiva, verbale, affettiva, fisica di entrambi.

 


Crisi di coppia o matrimoniale a Bari?

Temi che qualcosa si sia incrinato con il tuo partner e non sai come affrontare i problemi di coppia? Parliamone!

Se sei alla ricerca di una psicologa esperta in terapia di coppia e relazionale, che possa offrirti una consulenza psicologica o intraprendere un percorso per affrontare questo problema assieme, non esitare a descrivimi il tuo problema nel modulo qui sotto. Ti risponderò il prima possibile e cercheremo insieme una soluzione.

 

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

psicologafraccascia
psicologafraccascia
Psicologa a Bari specializzata in Psicologia Clinica e attualmente in formazione come Psicoterapeuta Sistemico Relazionale. Sono iscritta all’Albo degli Psicologi della Regione Puglia, Bari con il numero 5860. Il mio interesse per la psicologia si rivolge principalmente verso lo studio dei sistemi familiari e relazionali attraverso terapie individuali, di coppia e familiari, il sostegno di pazienti con patologie organiche, precisamente con diagnosi di diabete di tipo 1 e il supporto emotivo e comportamentale di minori con diagnosi di Disturbo dello Spettro Autistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *